RIUDOMS
dove nacque Antoni Gaudí
Informazioni turistiche

Riudoms - Gaudi epicentre

Secondo un biografo olandese, Gijs van Hensbergen, al nascere di Antoni Gaudí il 25 /06 1852 in Riudoms, la madre Antonia dopo aver vissuto l'esperienza della perdita prematura di ben 2 figli, fece registrare frettolosamente la nascita del quinto figlio Antoni per paura che potesse perdere la vita visto le difficoltà avvenute durante il parto.
Casa Pairal della famiglia Gaudi e l'epecentre Gaudi Riudoms Testimoni postumi raccontano che la levatrice, la llevedora in catalano, Engràcia Llorens Pellicé fu testimone della nascita. Quindi Antoni Gaudí il 26/06/1852 venne portato nella chiesa di San Pere di Reus per il motivo che la famiglia Gaudí - Cornet risiedeva in quella città e in Riudoms aveva la Casa Pairal ovvero l'antica casa paterna dei Gaudí, oltre anche alle terre e una casa di campagna (Masia) conosciuta con il nome di Mas de la Calderera con tanto di officina per produrre gli alambicchi e le varie pentole di rame.

Nella foto: Casa Pairal della famiglia Gaudi e l'epecentre Gaudi Riudoms
Inoltre secondo un suo collaboratore, l'architetto Joan Rubió Bellver, Gaudí gli ripetè alcune volte io sono di Riudoms. Affermazione che viene sostenuta da un'altro biografo: Josep F. Ràfols.

Informazioni di Riudoms
La Chiesa attuale era il Castello di Riudoms costruito da Arnau de Palomar nel 1152 e la piazza della chiesa era in quel momento, la piazza d'armi. Le arcate della piazza provengono da un lontano monastero dove furono smontate dopo la famosa legge della desamortización del 1835 (conosciuta anche come la desamortización de Mendizábal)

Anticamente nella piazzetta chiamata la Plaza Petita dove c'è la fonte, c'era ubicata la piccola cappella del paese. La fonte che proviene dall'Esposizione Universale di Barcellona del 1888 fu montata in quel luogo l'anno dopo l'esposizione.

Il Castello aveva anche una muraglia oggi scomparsa che cingeva Riudoms sino ad arrivare alla Casa della famiglia Nobot. 
Nella piazza più grande ci sono gli scudi di Riudoms e delle quattro province Catalane: Barcellona, Tarragona Lerida e Girona.

Sulla sinistra della scalinata di questa piazza, guardando la Chiesa si può vedere un chiodo conficcato negli scalini che rappresenta il punto esatto dove venne scattata la foto ad Antoni Gaudì con tutti i Somaten di Riudoms.

La frase che pronunciò Antoni Gaudí "jo pel meu pople, tot".
Gaudí alla morte dei genitori ereditò diverse terre, campi e case etc. Un giorno alcuni giovani di Riudoms gli chiesero del terreno per potervi praticare lo sport. Gaudí, generosamente come nel suo carattere, donò della terra sufficiente affinché potessero costruire un centro sportivo.

Passato un tempo, quei giovani si recarono a Barcellona per ringraziare l'architetto che emozionato da questo gesto gli disse: "JO, PEL MEU POBLE TOT!"

Il vincolo di Antoni Gaudí con Riudoms.
Gaudí a Riudoms nel 1922 foto con i Sometent di Riudoms La foto con i Sometent di Riudoms del 1922 è una delle dimostrazioni che Gaudí non si staccò mai completamente dal suo paese.  Curiosamente,

Foto scattata nel 1922 sopra la scalinata della piazza grande antistante Chiesa di Sant Jaume apostol. I Sometent di Riudoms.
quando Gaudí ereditò le proprietà da parte materna, d'accordo con le sue zie furono vendute mentre quelle paterne di Riudoms non si vendiedero perché rappresentavano per Gaudí dei "buoni ricordi". Solo più tardi Antoni Gaudí le donò alla chiesa parrocchiale che le cedette successivamente. In seguito il comune ricomprò la Casa Pairal mentre la Mas de la Calderera tutt'oggi rimane in mani di privati. Un'usanza popolare nei vari paesi di tutto il mondo è quella di creare dei nomignoli per ciascun abitante del paese, per questo, Gaudí era conosciuto come "l'Anton del la Mas de la Calderera"

Nota sui Sometent.
Come si nota nella foto scattata nel 1922 quasi tutti i partecipanti sono armati in quanto non era ancora il tempo della massima sicurezza. Ma che cosa proteggevano con le armi gli abitanti di Riudoms? Le loro PROPRIETÀ. Infatti i Sometent sono i proprietari terrieri di Riudoms.


Come visitare la casa Guadiana. Epicentro Gaudí e Casa Pairal.
Prima di dedicarsi alla visita dell'epicentro Gaudí e della casa Pairal sarebbe bene fare un giro della città visto che questa pur avendo subito modifiche nel tempo conserva la struttura della vecchia urbanizzazione.

Passeggiando tra le sue antiche strade dove le case che non hanno mutato il loro aspetto noterete con stupore che alcuni commercianti usano l'ingresso della propria abitazione come magazzino o vendita di prodotti. Ora che conoscete bene carrer Mayor, la Plaza Petita e quella Mayor, il bar sotto gli archi con le sue buonissime Tapas, ora che avete visto la chiesa (aperta soltanto nelle ore delle funzioni) e magari siete andati a mangiare alla vecchia Parada i Fonda ovvero Ca la Rosa Cuina Casolana (casareccia) siete pronti per andare presso L'Epicentre Gaudí dove vi aspetta una VISITA GUIDATA della vecchia casa di famiglia (Casa Pairal ), e dove vi trasporteranno in quel mondo lontano per il quale siete venuti.

Ci scusino quei ristoranti che non abbiamo menzionato ma dopo aver conosciuto la Rosa, una persona squisita che con i suoi racconti ci ha condotto in una Posada dove si intrecciavano le storie di mille personaggi.

Scoprirete che non siete gli unici amanti del personaggio Gaudí perché vi mostreranno inoltre i magnifici disegni che riproducono gli edifici gaudiani per opera di un famoso architetto Giapponese ormai con carta d'identità Spagnola; Hiroya Tanaka.

Plaza de l'Arbre.
Terminata la visita la guida vi accompagnerà ancora e al di fuori del centro, passerete nella piazza disegnata per l'architetto Hiroya Tanaka che simbolicamente rappresenta alcune tradizioni orientali. Poi vi accompagneranno per il paese che voi già conoscete raccontandovi, storie, leggende e curiosità.


COSA VISITARE NEI DINTORNI
Se pensate che esistono ancora luoghi belli e interessanti, prenotate un viaggio in Costa Dorada, (Costa Daurada) dove potrete visitare la mitica Tarragona, città imperiale romana, il Monastero di Poblet quale panteon reale che ci descrive le gesta dei Sovrani Aragonesi, l'altro monastero cistercenze di Santes Creus nel quale con sistemi audiovisivi hanno ricreato la vita monastica. Per finire si può prenotare anche una visita guidata alle famose cantine di Cava Freixenet o alle cantine Codorníu, che fu la prima cantina Catalana ha produrre il Cava (Josep Raventós i Fatjó 1872) dove potete provare questo stupendo vino spumante e nel contempo, ammirare l'edificio industriale in stile modernista progettato dal grande Puig i Cadafalch.

Parada i Fonda Riudoms oggi Ca La Rosa
Parada i Fonda Riudoms oggi Ca La Rosa

Parada i Fonda Riudoms
Antica foto della Parada i Fonda di Riudoms

Le due Rose con le figlie
Le due Rose con le figlie
Ristorante cucina casareccia

Itinerati turistici Spagna NAVIGA NEL PORTALE
INDICE DEL PORTALE
INDICE MAPPA DEL PORTALE
PORTALE CITTÀ DELLA SPAGNA RIUDOMS
RIUDOMS DOVE NACQUE ANTONI GAUDÍ
Riudoms
DOVE SI RESPIRA A GAUDÍ
Reus
ITINERARIO MODERNISTA REUS
VOTA LA PAGINA -
Contribuisci a migliorarla
I -INSUFFICIENTE
S- SUFFICIENTE
B -BUONO

ISB

GRAZIE

INFORMAZIONI TURISTICHE ITINERARI
Informazioni turistiche Visite guidate

DESCRIZIONI - STORIA - LEGGENDE
 GUIDA TURISTICA - PAGINE RELAZIONATE CON ANTONI GAUDÍ

 
  1. Barcellona Modernista 1ª pag
  2. Itinerario Modernista  2ª pag
  3. Park Güell
  4. Modernismo Catalunya

  5. Ruta Modernista Reus

  6. Biografia Antoni Gaudí

 

RIUDOMS

CASA PAIRAL -EPICENTRE
GAUDÍ

Priorat San Pere Reus
Priorat de San Pere in Reus
dove battezzaronoAntoni Gaudí

COME ARRIVARE ALLA MAS DE LA CALDERERA
Essendo proprietà privata potrebbe essere impossibile visitarla, comunque una indicazione: da plaza de l'Arbre prendere a destra per Calle Jacinte Verdaguer, gira a sinistra per calle Salvador Espriu in direzione della cooperativa Agricola che termina in un incrocio a T. Girare a destra (vedere il video) e dopo passato un guado secco girare a sinistra. Oppure alla cooperativa girate a sinistra e poi a destra per carrer per cami de los Passares, oppure più avanti, Cami del moli de Vent, trovereta Masia de Calderera Comunque esistono una serie di indicazioni stradali. Dopo un chilometro circa, sulla sinistra c'è il cancello con riportato la scritta. Mas de la Calderera. Il cancello da su una viottolo di campagna e pochi metri dopo.. la casa dei Gaudí

INFORMAZIONI TURISTICHE
COME VISITARE LA CASA DI GAUDÍ E LA CASA PAIRAL DI RIUDOMS

Com Arribar Autopista AP7 salida 34

La casa Pairal e L'Epicentro Gaudí  situata in "Raval Sant Francesc, 11"

Visite guidate per gruppi in orari concordati
VISITES GUIADA DE GRUPS EN HORARI CONCERTAT (5€/persona).
Telefon 00 34 977 85 03 50

www.riudoms.org
o scrivere alla
fondazione Gaudí@

Informazioni Turistiche Riudoms Antoni Gaudí Plaza Petita
Informazioni Turistiche Riudoms Antoni Gaudí
Plaza Petita

Chiesa di Sant Jaume Apostol
Chiesa di Sant Jaume Apostol.
Plaza de l'Arbre disegnata per l'architetto giapponese Hiroya Tanaka
Plaza de l'Arbre disegnata per l'architetto giapponese Hiroya Tanaka
Ajuntament de Riudoms Comune
il Comune

Mas de la Calderera
Mas de la Calderera"

Info Portalturismohotel Contatta Portalturismo info@portalturismohotel.com Lloret de Mar Spagna -

statistiche Valid HTML 4.01 Transitional Google Pagerank mérés, keresooptimalizálás Sito ottimizzato con TuttoWebMaster

LINK CONSIGLIATI - LINK EXCHANGE: