MUSEI di MADRID

Museo del Prado e descrizione dei Musei da visitare

HOME PORTALTURISMOHOTEL
Tour Spagna Tour Portogallo Tour Andorra Tour Marocco weekend in spagna Home Portalturismohotel Español Accueil Portalturismohotel Fraçaise Home Portalturismohotel English Reisen katalog
Cerca in Portalturismohotel.com:
I veideo di Portalturismohotel
logo Portalturismohotel.com
MUSEI DI MADRID

Guida turistica di Madrid gli Itinerari turistici: PAG 9. I MUSEI DESCRITTI NELLA PAGINA:

 

.- SEGUI LEGGENDO:
Precedente:
 B. Lavapiés e centro
Successiva:
GUIDA DI MADRID (Pag. 1)
» Indice della guida di Madrid
Musei di Madrid guida introduttiva di alcuni musei di Musei SCOPRI I MUSEI DI MADRID
 
Musei di Madrid Guida introduttivaGUIDA TURISTICA MADRID SCOPRI MADRID.
MUSEI GUIDA INTRODUTTIVA.
Descrizione di alcuni musei: Centro de Arte Reina Sofia, El Prado, Museo Thyssen, Casón del Buon Retiro, Academia de las Bellas Artes de San Fernando, Museo de San Isidro e Tempio di Debod..

MUSEO DEL PRADO .
Quando il Prado venne costruito nel 1785 al tempo di Carlo III,  fu concepito per essere un museo di scienze naturali (Gabinete de Historia Natural).
Il re, popolarmente ricordato come " miglior sindaco di Madrid , incaricò Juan de Villanueva per la costruzione del museo e dell'edificio del Real Jardín Botànico (Reale Giardino Botanico) e l'elegante Paseo del Prado  dove si trovano gli edifici descritti, come centro dell' illuminismo scientifico per i suoi sudditi. Dopo l'arrivo dei Francesi durante la guerra di indipendenza, i danni subiti dell'edificio furono tali da richiedere un profonda ristrutturazione avvenuta nel 1819. A questo punto ritennero necessario modificare l'utilità e la destinazione dell'edificio esponendo stabilmente una vasta collezione di arte raccolta dalla casa reale sin dai tempi di Ferdinando e Isabella.

La pittura è uno dei maggiori contributi della Spagna alla cultura mondiale  e i gioielli del Prado sono opere di tre grandi maestri : Francisco Goya, Diego Velázquez El Greco. Il Museo contiene anche capolavori di artisti fiamminghi e italiani ( capolavori di Botticelli, Caravaggio, Andrea Mantegna, Rembrandt, Rubens etc) , commissionati al tempo in cui questi territori facevano parte  dell'impero spagnolo. Il Museo del Prado, inoltre ha beneficiato di capolavori provenienti  da monasteri, conventi e chiese che nel 1835 dovettero chiudere in base alla legge della mano morta, chiamata la  Ley de Desamortización

La visita al Prado può iniziare dal piano superiore, dove ci sono sale dedicate ai pittori rinascimentali tra le quali troverete anche opere di Tiziano commissionate dell'imperatore Carlo V, e altre di Raffaello eccetera. Si dice che fu Filippo II a iniziare la raccolta di opere d'arte ponendole come un bene inalienabile della Corona di Spagna.

Theotokopoulos Domenikos - El Greco - (1514 a Candia - 1614 in Toledo) .
Segue una sala piena di passione; le opere spirituali di El Greco. L'artista deve il suo soprannome al luogo di nascita (la Grecia), visse, lavorò e morì in Toledo e per questo viene considerato un pittore Spagnolo. El Greco è conosciuto per le sue mistiche facce allungate. Il suo stile era molto scioccante per un pubblico abituato a rigore del realismo di rappresentanza; con i suoi dipinti riuscì a provocare forti emozioni. El Greco è talvolta visto come "un pittore moderno al quale molti si ispireranno. Citiamo La Resurrezione e L' Adorazione dei pastori, considerati due dei più grandi dipinti di El Greco.

Diego Rodríguez de Silva y Velázquez .
(Siviglia 1599 - Madrid 1660). Famoso per i ritratti, divenne pittore di corte quando regnava Filippo IV che volle essere ritratto solo da Diego Velázquez che per questo, fece numerosi ritratti della famiglia reale. Una sala è riservata esclusivamente alla tela più famosa del Prado, quella di Velázquez intitolata: "Las Meninas "( le damigelle d'onore ), che combina il suo auto ritratto riflesso in uno specchio, mentre dipinge le damigelle osservate dal re e la regina in un gioco rivoluzionario di spazio e di prospettiva. 

Picasso era ossessionato da questo lavoro e dipinse più copie di questo quadro nel suo stile astratto, ora in mostra al Museo Picasso di Barcellona

Ma non fu il solo... anche Salvador Dalí, in stile metafisico surrealizzò Las Meninas.
Le pagine di Dalí. -

Non mancate di vedere la magnifica tela di Velázquez "Las Hilanderas"(The Spinners - Le filatrici 1657 ), la prova del talento dell'artista per dipingere i soggetti nel chiarore della luce solare. La tela riflette l'episodio mitologico di una filandaia, Aracne, che per dimostrare la sua bravura, sfidò direttamente la dea Atena dalla quale, si dice, apprese l'arte della tessitura. Ma la sua superbia venne punita da Atena facendola filare e tessere per tutta la vita come un ragno, dalla bocca . 

Francisco de Goya - Fuendetodos 1746 - Francia , 1828.
Un'ala del primo piano è riservato a Francisco de Goya, le cui opere abbracciano una gamma che va dalla ritrattistica alla terribile descrizione del mondo in cui viveva. Tra i suoi primi capolavori sono i ritratti della famiglia di Carlo IV, grazie al quale era diventato pittore di corte, la rappresentazione della famiglia reale con la loro espressione abulica e lusinghiera, rivela il disprezzo di Goya sviluppato per questi governanti inetti e attenti solo ai loro intrighi come quelli della regina Maria Luisa ed il suo amante Manuel Godoy, divenuto in seguito il potente ministro universale di Carlo IV, mentre si avvicinava il pericolo della guerra che si sviluppò nel 1808 in seguito alla rivoluzione francese. Le sue famose tele " La Maja vestita e La Maja desnuda", rappresentano la giovane duchessa di Alba, che Goya adorava e spesso dipingeva. Nessuno ha mai saputo se la duchessa abbia compartito questo affetto.

I dipinti di Goya assumono un aspetto politico a partire dal 1808, quando la popolazione di Madrid si sollevò contro i reali in merito all'occupazione delle truppe francesi. Il 2 maggio ritrae l'insurrezione alla Puerta del Sol, ed il successivo quadro, dipinge oppressione francese del 3 maggio, con le esecuzioni notturne dei patrioti che si erano ribellati il giorno prima. Gli effetti sgargianti di luce in questo lavoro caratterizzano lo stile romantico e con i dettagli definisce il dramma facendone una delle accuse più eloquenti sulla violenza.

Al piano di sotto si trova la pittura nera di Francisco de Goya. Queste opere dall'aspetto terribile, completate verso la fine della sua carriera e della sua vita, riflettono la sua inquietudine, aumentata dal disagio di aver perso l'udito e l'inasprimento profondo sulla sanguinosa guerra d' Indipendenza. Il resto del piano terra è occupato dalla pittura fiamminga, ne citiamo uno solo, Hieronymus Bosch con il " Giardino delle Delizie ".

Indirizzo museo:
Calle Ruiz de Alarcón 23 Madrid - o Paseo del Prado.
Visita dalle 09.00 alle 19.00 - Domenica sino alle ore 14.00 - Lunedì chiuso. Telefono: 0034 913302800
Indice


I Musei del Palacio Real. Al suo interno vi sono 3 importanti esposizioni: il Museo della Musica , la Biblioteca Reale , l' Armeria Reale e la Farmacia reale nonché le pitture, le suppellettili etc che appartennero alla Famiglia Reale di Spagna. Ulteriore descrizione nella pagina n. 5  Musei del Palacio Real
Orario di visita dalle 09,30 alle 17.00 nei mesi invernali e sino alle 18.00 quelli estivi.
Ingresso 10 euro consigliata visita guidata. Ingresso gruppi massimo 25 persone.
Indirizzo museo: Calle Bailén s.n. - Telefono 34 914548800
Indice

CENTRO DE ARTE REINA SOFIA. 
Il Museo Reina Sofia di Madrid si trova dove sorgeva l'antico Ospedale Generale costruito da Carlo III. L'austerità del granito è in qualche modo sollevata dai due trami di vetro contenti gli ascensori posti sulla facciata d'ingresso. La collezione si concentra  su tre grandi maestri dell'arte moderna: Pablo Picasso, Salvador Dalí e Joan Miró ma non mancano altri importanti artisti come Georges Braque, René Magritte e Max Ernst o come i contemporanei Eduardo Chillida e Antoni Tàpies.
Sono presenti nelle sale, anche i pittori Catalani gia menzionati, quali Ramón Casas, Isidro Nonell, Zuloaga e Joaquín Mir. 

Le prime sale sono dedicate alle origini del movimento d'arte moderna della Spagna e contiene dipinti di fine secolo. Uno dei punti focali lo troviamo sella Mujer en Azul di Picasso del 1901, Donna in blu - uno dei primi quadri del periodo blu che anticipa i successivi. Di seguito una serie di tele del Cubismo che  comprende nove opere di Juan Gris.

Fiore all'occhiello del museo è famoso Guernica di Picasso, che occupa la sala centrale ed è circondato da dozzine di studi per singole figure all'interno di esso. Il dipinto raffigura la grande orrore del bombardamento nazista effettuato dalla Legione Condor sull'antica città basca di Guernica, nel 1937, un atto che ha portato dittatore spagnolo Francisco Franco al potere. La pittura non è stata portato in Spagna fino al 1981. Picasso, un ardente antifascista , ha rifiutato di lasciarla entrare nel paese mentre Franco era ancora vivo.

Un'altra opera di Picasso è il Masacre en Corea del 1951 (Attualmente si trova nel Musée National Picasso di Parigi) riflette la fucilazione del 3 de Mayo, dipindo da Goya nel 1814. L'opera servì come propaganda per il Partico Comunista Francese del quale Picasso era militante e per protesta contro l'invasione americana in Corea.

La stanza di fronte a Guernica contiene una collezione di opere surrealiste tra cui alcune tele di Mirò, noto per la sua grafica infantile. Di fronte al Guernica  c'è una sala dedicata al surrealista Salvador Dalí. Le pitture vennero lasciate in eredità al governo Spagnolo secondo le volontà dell'artista. Anche se Dalì, che nell'ambito surrealista, è noto per le opere di natura luminosa e bizzarra, molte di queste tele sono scure, ossessive e pieno di simbolismo. Tra le più note segnaliamo El Gran Masturbator (1929) e l' Enigma de Hitler (1938) , con il telefono gocciolante.

Il resto del museo è dedicato all'arte contemporanea , tra cui le sculture di Toki Egin  e di Eduardo Chillida , considerato oggi, lo scultore vivente più grande della Spagna. Troviamo anche  alcune opere dell'artista Barcellona Antoni Tapies.

Nota: come risaputo alcune tele potrebbero non essere collocate dove è stato descritto in quanto potrebbero essere state portare in altri musei per esporle temporaneamente.

Indirizzo museo: Calle Santa Isabel , 52 Madrid
Visita dalle 10.00 alle 21.00 Domenica sino alle ore 14.00 - Martedì chiuso. Telefono: 0034 914675062
Indice

CASON DEL BUEN RETIRO
Il Casón del Buon Retiro, si trova a cinque minuti dal museo del Prado e può essere inserito sullo stesso biglietto. L'edificio, un tempo era una sala da ballo ma ai tempi di Filippo IV, insieme ai giardini del Retiro, era l'angolo di ozio del re. Los Jardines del Buen Retiro sono tutto ciò che rimane del secondo complesso reale di Madrid, che riempiva tutto il quartiere fino al 19 ° secolo . Il Casón del Buon Retiro ci mostra alcuni dipinti e sculture di pittori spagnoli del 19 ° secolo di cui già parlammo: alcune opere di Joaquim Sorolla y Bastida ed il Barcellonese Santiago Rusiñol i Prats.

indirizzo museo: Calle Alfonso XII
Visita dalle 09.00 alle 19.00 Domenica sino alle ore 14.00 - Lunedì chiuso
Telefono: 0034 913302800

Indice

MUSEO THYSSEN BORNEMISZA. 
Nel triangolo culturale e artistico di Madrid, Thyssen è il terzo dei grandi musei della città. Ristrutturato di recente è dotato di grandi spazi luminosi. Fu aperto nel 1992 dentro il Palacio de Villahermosa che risale alla vecchia area del Prado cioè la zona che nel XVIII secolo, venne adibita come nuova area destinata alla corte di Madrid di fronte al Palacio del Buen Retiro. Mostra un ambiziosa collezione di circa 800 quadri che narrano in parte la storia della pittura occidentale. Alcuni dicono che nel Museo Thyssen-Bornemisza sono raccolte grandi opere di pittori minori ma c'e anche chi dice che si incontrano opere minori di grandi pittori, ma la verità è che possiamo trovare una traccia dell'arte con riferimento alle varie fasi o meglio, alla sua evoluzione. Troverete vari esempi d'arte di tutti i movimenti importanti , a cominciare da quelli Italiani del 13 ° secolo.

Le opere sono state raccolte in più di 70 anni dall'industriale barone Hans Heinrich Thyssen Bornemisza e suo padre. Sotto la spinta della moglie spagnola (una ex Miss Spagna), il barone ha accettato di donare la collezione allo stato Spagnolo. Il museo contiene anche alcuni quadri impressionisti di grande livello artistico, infatti, due sale sono dedicate agli impressionisti e post-impressionisti , tra cui molte opere di Pissarro e alcune di Renoir, Monet , Degas, Van Gogh e Cézanne. 

Indirizzo museo: Paseo del Prado , 8 (vicino al Museo del Prado )

Orario visita  09.00 - 19.00 - Lunedì chiuso. Telefono: 0034 914203944

Cosa vedere nelle vicinanze : Caixa Forum Museum Paseo del Prado , 36 Madrid -
Real Jardin Botanico - Parque del Retiro -
Indice

MUSEO ARCHEOLOGICO DE MADRID.
Il Museo di Archeologia ci mostra il percorso dell'evoluzione della Spagna. Si parte da una replica delle pitture rupestri preistoriche di Altamira - (Cantabria), che si trova nel giardino sotterraneo. Quelle vere sono a disposizione degli  studiosi autorizzati. All'interno del museo, si trova la Dama de Elche, un busto di una ricca donna iberica del quarto secolo, della quale notiamo il suo copricapo ruvido (la mantilla) con pettini (peineta). Ugualmente appare ricoperta con una tunica. Le mantiglie sono dei copricapo che indossavano le donne nel secolo passato e fanno parte della tradizione spagnola, la Peineta invece, è una specie di pettine che ferma i capelli come se fosse una corona e che nell'attualità viene usata dalle ballerine di Flamenco. Nella parte posteriore si nota un buco di circa 18 cm. , dove venivano riposte le cose funerarie. Possiamo vedere inoltre un'antica corona votiva Visigota scoperta nel 1859 vicino a Toledo che sembra risalire all'ottavo secolo.

Indirizzo museo: Calle Serrano , 13 
Momentaneamente chiuso sino a tutto il 2013
Visita 09.30 20.30 - festivi sino alle 14.30
Lunedì chiuso. Tel. 0034 915777912
Indice

MUSEO DEL EJERCITO.
Museo del Ejército.
Una vera gioia per gli appassionati di armi e armature, questo museo si trova vicino al museo Thyssen-Bornemisza. Contiene 27.000 oggetti compresa una spada che presumibilmente apparteneva all'eroe di Valencia e di mille altre battaglie, Rodrigo Diaz conte di Bivar, meglio conosciuto con il nome di El Cid Campeador. Armature dall'aspetto bizzarro pistole con canne in grado di contenere decine e decine di proiettili; tende arabe etc..Si tratta di una collezione insolitamente divertente. ATTENZIONE: attualmente il museo è chiuso ma il contenuto è stato trasportato a Toledo nell'Alcazar.

Indirizzo museo: Calle de Mendez Nunez , 1.
Indice

REAL ACADEMIA DE LAS BELLAS ARTES DE SAN FERNANDO. 
Progettato da José de Churriguera negli anni del declino barocco nella metà del diciottesimo secolo. Lo scopo dell'Accademia (lo dice il nome stesso) era quello di insegnare Pittura, scultura e arte in genere a livello Universitario, inoltre serviva per promuovere la bellezza dell'arte tradizionale in contrapposizione al barocco ed il rococò che all'epoca andava per la maggiore. Ristrutturato da Fernando Chueca Goitia nel 1972, il museo propone una vetrina sulla pittura e le arti plastiche molto interessante. Nell''edificio stesso, l' Institutos de Calcografia, vengono vendute in edizione limitata, le stampe prese da lastre originali incise da artisti spagnoli , tra cui Francisco de Goya. Vedi Fuendetodos

Indirizzo museo: Calle Alcalá , 13
Visita dalle 09.00 alle 19.00 - Sabato, Domenica e  Lunedì sino alle ore 14.30 - Telefono: 0034 915221491
Indice

MUSEO DE SAN ISIDRO - CASA DI SAN ISIDRO.
Proprio dietro la chiesa di San Andrés è il luogo dove avvenne il famoso miracolo di San Isidro. Nel museo si trova La cappella di San Isidro,  ovvero il luogo dove visse e morì il santo, il pozzo dove cadde il figlio di San Isidro , salvato in seguito dalla preghiera del santo,  il patio, con stemmi della famiglia Lujanes alla quale appartenne l'edificio ( costruito appunto nel XVI secolo). 
Il Museo di San Isidro contiene reperti archeologici che visualizzano la storia della città di Madrid dalle sue origini.

STORIA DI SAN ISIDRO LABRADOR PATRONO DI MADRID.
Narra la storia che Isidro Labrador era un contadino (infatti viene considerato il  patrono) del XI secolo e che aveva una particolare predisposizione nello scavare pozzi di acqua per la famiglia e per i paesani della Madrid di allora. Infatti Illán., suo figlio cadde proprio nel pozzo della casa e fu salvato dalle preghiere del padre. Ma non è il solo miracolo che gli si attribuisce, altrimenti Papa Gregorio XV non lo avrebbe canonizzato nel 1622. Si conosce anche l'episodio de : la olla de San Isidro (la pentola..), che narra di quando Isidro, ogni anno, organizzava una gran pranzo popolare per i più bisognosi, però quella volta il cibo non fu sufficiente per tutti e allora, come nella moltiplicazione dei pani e dei pesci di Gesù, il contenuto della pentola si moltiplicò a beneficio di tutti i convitati. Si parla inoltre di una grande siccità che venne risolta dall'aratro di San Isidro (infatti il santo, viene rappresentato con un attrezzo che dovrebbe essere un aratro). Tutta la popolazione ebbe l'acqua sufficiente scaturita dal colpo dell'aratro in un campo. Abbiamo anche una guarigione miracolosa, narra la leggenda (o storia) che il Re di Spagna Felipe III (1578-1621), nipote di Carlo V (linea Asburgica della corona Spagnola) cadde gravemente malato ma guarì miracolosamente dopo essere stato messo a contatto con le reliquie del Santo.

indirizzo museo: Plaza San Isidro

Indice

TEMPIO DI DEBOD.- - Un poco di Storia.
Un vero e proprio tempio Egizio del II secolo a.c. dal re Nubiano Adijalamani dedicato a Amon (il creatore di tutte le cose, Amon - Ra) e Isis (Iside dea della fertilità)

Templo de Debod - Madrid

Poiché "Nubia" significa "oro", i romani non tardarono a conquistare questa parte d'Egitto lungo il Nilo dove transitavano le carovane di spezie ed altri tesori. Fu una guerra difficile perché l'antico Regno di Kush con capitale Meroe, disponeva di mezzi non solo per contrastare i romani ma per dominare i regni vicini, Egitto compreso. All'epoca di Augusto, il territorio fu conquistato e pacificato. 
Nella foto: il Tempio di Debod. - Madrid

I romani ricordarono per molti anni il disastro provocato dalla "Cavalleria Numida" che faceva parte dell'esercito di Annibale nelle battaglie del Ticino e del lago Trasimeno dove morirono migliaia di legionari.

Il tempio si trovava nell'omonima località e faceva parte di una serie di templi dedicati dal popolo di Kush ai supremi dei. Sa sa che i romani, trovandolo in rovina lo restaurarono e/o terminarono alcune parti.

La Spagna ebbe in dono questo tempio dal governo Egiziano per aver partecipato al salvataggio del sito archeologico di Abu Simbel dalle inondazioni della diga di Assuan (1960 1970). Spagna Italia Stati Uniti, Germania etc smontarono il Tempi che vennero rimontati in altre località e beneficiarono ciascuna di un particolare dono.. un tempio dell'antica Nubia. Nel 1972 il tempio fu rimontato in Madrid. 
L'Italia ricevette il tempio di Ellesija visibile nel Muso Egizio di Torino.
Entrata gratuita.
indirizzo museo: Calle de Ferraz
Al termine della gran Via - Plaza de España - nel parco - Calle de Ferraz

Torna all'indice Indice guida tuistica Madrid















Itinerati turistici Spagna NAVIGA NEL PORTALE
INDICE DEL PORTALE
INDICE MAPPA DEL PORTALE

PORTALE: CITTÀ DELLA SPAGNA
MUSEI DI MADRID
Informazioni musei di Madrid
INFORMAZIONI MUSEI DI MADRID
ITINERARI TURISTICI MADRID
Guida turistica di Madrid
GUIDA TURISTICA MADRID
VOTA LA PAGINA -
Contribuisci a migliorarla
I -INSUFFICIENTE
S- SUFFICIENTE
B -BUONO
I S B

GRAZIE

INFORMAZIONI TURISTICHE ITINERARI
Informazioni turistiche Visite guidate

CITTÀ DELLA SPAGNA
SCOPRI MADRID
LA GUIDA TURISTICA DI MADRID
  1. GUIDA DI MADRID (Pag. 1)
    Informazioni turistiche
     
    »
    La Gran Via
    » Plaza de España
    » Elenco di tutti gli argomenti
     
  2. Storia di Madrid
     
  3. Mappa Itinerari turistici  e Monumenti di Madrid 
    » Comprende:
    Madrid Walking Tour  

     
  4. Percorsi turistici dalla Puerta del Sol
     
  5. Percorso Puerta del Sol - Palacio Real
     
  6. Introduzione al Parque del Retiro
    Palacio de comunicaciones
    Plaza Cibeles
    Puerta Alcalà

     
  7. Visitare Madrid El Parque del Retiro
  8. Quartiere Medievale
    » Comprende:
    Storia della Madrid Medievale

     
  9. Cosa vedere a Madrid - B. Lavapiés e centro
     
  10. I Musei di Madrid
 ALTRI MUSEI DI MADRID

Museo Romantico
Calle de San Mateo , 13
Visita 09.00 -15.00
0034 914481071
Museo Caixa Forum Madrid
Paseo del Prado , 36
Museo Navale Madrid
Paseo del Prado , a 5
Monastero de las Descalzas Reales
Plaza de las Descalzas
Orario spezzato: 10.30 12.45
e dalle  16.00 alle 17.45
Festivi 11.00 -13.30 Lunedì chiuso
Telefono: 0034 915420059
Il Monastero de la Encarnación
Plaza de la Encarnación , 1
Museo de Ciencias Naturales
Calle de José Gutiérrez Abascal , 2
Museo Nacional del Ferrocarril
Paseo de las Delicias , 61
Museo Municipal llamado
Museo de Historia de Madrid
Calle de Fuencarral , 78
Museo Cerralbo Madrid
Calle de Ventura Rodríguez 17
Museo Sorolla Madrid
Paseo del General Martínez Campos , 3
Visita ore 10.00- 15.00 Lunedì chiuso
Telefono. 0034 913101731
Museo Lázaro Galdiano Pagina Calle de Serrano , 122
Museo de América Madrid
Av. de los Reyes Catolicos , 6

Musei Madrid : Centro de Arte Reina Sofia
Musei Madrid : Centro de Arte Reina Sofia

Muso del Prado Madrid - Velazquez
Musei Madrid: Il  Prado  - Monumento a Aniceto Marinas García Velazquez
Museo del Prado 2010 Madrid
Museo del Prado 2010 Madrid
Casón del Buon Retiro Madrid
Casón del Buon Retiro Madrid
Real Armería - Palacio Real Madrid
Real Armería - Museo Palacio Real Madrid

Academia de las Bellas Artes de San Fernando. (San Fernando Accademia di Belle Arti ) Madrid
Musei di Madrid: Academia de las Bellas Artes de San Fernando. (San Fernando Accademia di Belle Arti )
VIAGGI ORGANIZZATI PER GRUPPI
PER VISITARE MADRID
TUTTI I VIAGGI ORGANIZZATI
Mete Turistiche per i tuoi Viaggi In Spagna Viaggi organizzati

VIAGGI SPAGNA LE METE TURISTICHE
I Tours: Tour Spagna Tour Portogallo Tour Marocco e Andorra
I TOUR SPAGNA MAROCCO PORTOGALLO.
Madrid y Castilla
TOUR SPAGNA MADRID AL REDEDOR 

Info Portalturismohotel Contatta Portalturismo info@portalturismohotel.com Lloret de Mar Spagna -

Valid HTML 4.01 Transitional Google Pagerank mérés, keresooptimalizálás Sito ottimizzato con TuttoWebMaster LINK CONSIGLIATI: