Feria Tours Agenzia viaggi Spagna Portalturismohotel.com
Itinerati turistici Spagna INDICE MAPPA DEL PORTALE Guida turistica Barcelona Barcelona Informazioni Montserrat Montserrat Informazioni Costa Brava Costa Brava Informazioni Musei Barcellona Musei Barcellona Informazioni Salvador Dalí Salvador Dalí Informazioni Tour della Spagna Tour del Portogallo Marocco e Andorra Escursioni Spettacoli serali Costa Brava e Barcellona Spettacoli
Diari di Viaggio Diari di Viaggio Guide Turistiche Guide Turistiche Free Las minute Viaggi individuali Lloret de Mar Last Minute Lloret de Mar Informazioni Mete turistiche Spagna Mete turistiche Spagna i Video di Portalturismo Video Risposta modulo Prenotazione Vacanze Spagna Viaggi e turismo Scambio Link Mappa del Sito Mappa del sito  
Riservato alle Agenzie Viaggi RISERVATO AGENZIE VIAGGI Chi siamo Feria Tours Tour Operator Spagna Tour Operator Chi siamo  viaggi organizzati Viaggi organizzati Visite guidate itinerari turistici Spagna Itinerari in Visite guidate Tour in Spagna Portogallo e Marocco I Tour Spagna  
Portalturismohotel.com I viaggi di Portalturismohotel.com Viaggi Organizzati Itinerari TuristiciE-mail PortalturismoStampa questa Pagina I Tour Della Spagna del Portogallo Il Tour de Marocco e il Tour di Andorra Feria Tours Incoming Tour Operator Spagna

CATTEDRALE DI GIRONA

Storia e personaggi della Cattedrale Girona Santa Maria. La Cattedrale più importante della Marca Hispanica che si costruì in Catalogna.


HOME PORTALTURISMOHOTEL
Tour Spagna Tour Portogallo Tour Andorra Tour Marocco weekend in spagna Home Portalturismohotel Español Accueil Portalturismohotel Fraçaise Home Portalturismohotel English



Cattedrale di Girona
La sua imponente navata ha dimensioni tali da essere considerata la più grande in assoluto del XIV secolo superata solo da San Pietro in Roma, costruita successivamente. 
LA STORIA DELLA CATTEDRALE
Racconta la storia che sino al quinto secolo, la Gerunda dentro le mura non possedeva alcuna chiesa e quella di San Feliu, o Sant Felix, sorgeva su un preesistente cimitero romano e paleocristiano, ed era l’unica che soddisfaceva le esigenze dei cristiani dell’epoca, anche perché, si presuppone che la chiesa fosse stata costruita nel luogo dove venne sepolto Sant Felix l’africano.
CERCA IN PORTALTURISMOHOTEL.COM
Descrizione della Cattedrale di Girona Visite guidate CATTEDRALE DI GIRONA
DESCRIZIONE:
Quindi nel quinto secolo, sopra il Foro romano e successivamente su un tempio Visigoto, finalmente inizia la costruzione della prima Chiesa di Girona nella più antica Diocesi della Catalogna. La prima documentazione del Vescovo Frontiniá risale al 516. Si può dire che il tempio, come la maggior parte dei templi romani, venne adoperato come luogo di culto, ma la vera Chiesa, nascerà nell’undicesimo secolo.

Si deve al Vescovo Pere Roger, fratello della Contesta Ermessenda, che inizierà la costruzione della Cattedrale proprio al fianco del palazzo episcopale. Tale Cattedrale fu iniziata nel 1010 e terminata nel 1038.

Il progetto della nuova Cattedrale di Girona si deve a due architetti  che nel 1347 presentarono un progetto di ricostruzione della Cattedrale, in stile gotico ed a una sola nave. Gli architetti  PERE DE COMA E PERE CAMPMAGRE, tuttavia causa difficoltà economiche, non riuscirono a portare a termine il progetto che nel 1386 continuò per la vecchia strada ovvero una costruzione a tre navi. Ma in seguito, furono gli architetti Antoni Canet e Guilermo Bofill, che nel 1416 continuarono il progetto proposto da Campmagre detto "Sacoma" dando vita alla cattedrale odierna. Come già anticipato nella Storia di Girona, la cattedrale venne ultimata solo nel 1733.

Indice Argomenti

LE DIMENSIONI DELLA CATTEDRALE.
Entrando nella Chiesa, come non notare lo la spaziosità dovuto alla Navata unica alta 35 metri circa e larga ben 22,98 metri, rendendola la seconda Navata, più grande d’Europa dopo San Pietro. Ma notiamo anche che questa navata, termina vicino all’altare dove si trova il Deambulatorio dove ci sono le 3 navate del primo primo periodo. 

La Navata unica é supportata per 4 trame o campate di supporto alle rispettive crociere, costruite nei periodi che vanno dal 1450 al 1606. Se fossero state 5, sarebbe la costruzione, Unica nel suo genere. Tra le varie Campate vi sono le 28 cappelle di dimensione variabile a secondo dello spazio rimasto nel ramo. 
Indice Argomenti

MAPPA DELLA CATTEDRALE DI GIRONA

LE CROCIERE
Per ogni crociera sostenuta dalla campata, abbiamo una chiave di volta in pietra con abbellimenti di legno policromato. Poiché la chiesa é orientata ad Est, dove sorge il sole, (altare ad est, porta Sant Michele a Nord, Porta ingresso a Ovest e Porta degli Apostoli a Sud), le crociere rappresentano:
da est, Vergine con Bambino pitturata da Ramon Solá 1430, Il Padre Eterno, San Pietro e San Benito. 

L'ORGANO E IL CORO SCOMPARSO.

L'organo di recente costruzione, risale al 1944, opera di Salvador Aragonés, dotato di cassa espressiva. L'antico organo era situato nel coro, anch'esso scomparso durante la guerra civile. Si sa che per motivi estetici e sonori, Joan Ferrer, un tappezziere del XVI secolo,  costruì una serie di tappeti che si possono vedere all'ingresso nel museo della cattedrale, nella ex sala capitolare. Anche le sedie del coro sono andate perse,  rodeavano un enorme leggio ma la sedia presidenziale risalente al XIV secolo, opera del maestro Aloi de Montbrai possiamo vederla nella cappella del culto giornaliero (Cappella Conventuale).

Indice Argomenti

ROSONE CENTRALE DELL'ARCANGELO MICHELE E VETRATE DEGLI APOSTOLI
Sopra l’altare Maggiore, notiamo un gran Rosone dedicato all’Arcangelo Michele del 1705, che il Vescovo Miquel Potich, patrocinò oltre alle scalinate della Chiesa. Al fianco di San Michele, altri due rosoni minori del quindicesimo secolo, appartenenti, come le restanti vetrate, all’arte vetraria policroma più anticha della Catalogna, (dal quattordicesimo al sedicesimo secolo).
Note sugli arcangeli

Le più antiche sono quelle sul lato sud, cioè quelle dalla parte della porta degli apostoli chiamate appunto le Vetrate degli Apostoli e della Sibilla realizzate nel 1437 da Antoni Tomás, spettacolari per la qualità, le figure ed il cromatismo dove predomina il rosso. 

La vetrata della Sibilla é del 1460, dove viene rappresentato la predizione della Venuta di Cristo (destra), le 4 sibille, i 4 Evangelisti, Matteo (apostolo con emblema dell'Angelo), Giovanni (apostolo, con emblema l'aquila),Marco (conobbe San Paolo e divenne evangelista con emblema il Leone), Luca (conobbe San Paolo e divenne evangelista, emblema il Bue) e i 4 Dottori della Chiesa latina: Leone, Ambrogio, Geronimo e Agostino. Probabile disegno di Joan Burgunya. L’altra vetrata presente é del 1913. 
Note sugli Evangelisti

Indice Argomenti
CAPPELLA 13 - Cappella dell'Immacolata

Pau Costa. Retalbo dell'Immacolata 1719
Pau Costa. Retalbo dell'Immacolata 1719

Questa cappella,  contiene il Retablo della Purissima Concezione, eseguito da Pau Costa in nove anni, dal 1710 al 1719, il più rilevante scultore di retabli, autore anche del, quasi unico, Retablo di Santa Maria di Cadaques. Nel 1835, molte Chiese furono distrutte e saccheggiate da vandali e ladri che approfittarono della promulgazione della legge chiamata della Devoluzione la quale prevedeva la confisca di beni della chiesa a favore dello stato.

Pau Costa era il padre di Pere Costa, uno dei progettisti che costruirono la facciata.
Gli Angeli che circondano la Purissima, mostrano o sostengono i “Simboli delle Litanie Mariane”.

Sopra il retablo, incontriamo San Cristoforo (che traghetta Gesù), che niente ha a che fare con la Purisima, se non sapessimo che era il patrono del committente, il canonico Cristofol Rich.
Insieme alla Vergine, 3 santi ben conosciuti, Ramon de Peñafort sulla sinistra e San Felix L’africano alla destra. Sotto una scena della morte del Gesuita San Javier, come il canonico promotore del retablo. L’intenzione del Canonico era quella di promuovere la difesa del culto dell’Immacolata.

Indice Argomenti

CAPPELLA 14/A - Cappella del Vescovo Bernat Pau.

Lapide Vescovo Bernar de Pau
Lapide Vescovo Bernar Pau 1457

Subito alla sua destra, sul lato nord, c’é la “capella del Vescovo Bernat Pau”, Vescovo della città dal 1436 al 1457 che pretese ed ottenne, dal Concilio di Basilea, che tutti i canonici appartenenti ai vari Cabildo fossero nobili. (Cabildo, l'insieme dei canonici della Cattedrale)
All’epoca, chi era Vescovo o nobile doveva ostentare il proprio rango, quindi 
egli stesso commissionò il lavoro ad uno scultore del Nord Europa. Era già una consuetudine far preparare il luogo dove riposare nella seconda vita.
Lo scultore, scolpì in basso l’iscrizione funeraria in un grande libro ai cui lati, 4 angeli sorreggono lo stemma o las Armas del Vescovo Bernat. 
Poi al successivo piano, una serie di personaggi comparsa e al terzo piano, gli Angeli che sostengono il feretro del vescovo con vestito pontificale.  Un folta schiera di personaggi comparsa e finalmente, l’anima del defunto, portata in cielo per 4 angeli. Tutto coronato di pinnacoli ad altre figure, ma la più importante, La Vergine, conservata nel museo situato nella sala capitolare. 

Indice Argomenti

CAPPELLA 14/B - Cappella dei Santi Dottori della Chiesa.
La Cappella dei Santi Dottori della chiesa, risale al periodo 1452 – 1528. IL Retablo, anch’esso in stile barocco, é stato finito e collocato dopo 10 anni di lavoro dagli scultori Joan Merla e Pere Martinez. La statua di San Michele che sovrasta il retablo ricorda la devozione del committente, il Canonico Miquel d’Agullana

Tra i dottori della Chiesa
nell’ultimo piano: Sant'Ambrogio, Agostino da Ippona, San Girolamo e Papa Gregorio I detto Magno, al secondo piano, Tommaso d'Aquino. San Bonaventura da Bagnoregio, detto anche Doctor Seraphicus, amico di Tommaso d’Aquino, scrisse la biografia intitolata, "Legenda maior" su San Francesco d'Assisi dalla quale Giotto trasse inspirazione per i disegni su San Francesco posti nella Basilica d'Assisi. Per avere scritto le Costituzioni dell'ordine Francescano ( norme spirituali e giuridiche), San Bonaventura viene considerato un secondo padre fondatore .

Indice Argomenti

CAPPELLA 15. Cappella di Santa Isabella del Portogallo.
Di seguito sempre sul lato Nord, incontriamo la Cappella di Santa Isabella del Portogallo con il sarcofago gotico del Vescovo Berenguer d’Anglesola (1384 -1408). È una magnifica scultura fatta opera di Pere Oller. 
Berenguer d'Anglesola fu il primo vescovo della diocesi di Osca dal 1383 al 1384, in seguito, l'Antipapa Benedetto XIII, lo nominò cardinale e nel 1397 venne destinato alla diocesi di Girona dove operò tra il 1384 e il 1408, anno in cui mori. Anticamente esisteva anche la "Baronia degli Anglesola" che si estinse nel 1386.
Note su Antipapi etc..
Indice Argomenti

CAPPELLA 2/A- Cappella di tutti i Santi.
Quarta cappella lato nord dopo la porta di San Michele) Dopo la Porta di San Miguel, incontriamo la cappella di tutti i Santi del 1369, dentro un retablo del 1644 e sulla destra il sepolcro del Vescovo Bernat Vilamari, in carica dal 1292 al 1313 e di Guillem Vilamari di cui noteremo la policroma araldica. Un tempo questa cappella era appunto dedicata a San Bernardo. Questa cappella si finì nel 1376, e conserva i resti del Vescovo Pere de Rocabertí, vescovo dal 1318 al 1324 e di un Architetto della chiesa gotica, Jaume de Faveran. Oggi nella cappella é intitolata a San Giuseppe, San José, dal 1939.
RATABLO DI ARGENTO DORATO RETABLO DI ARGENTO DORATO1347

Committenti Gilabert e Berenguer de Cruilles
In alto San Felix e San Narciso ai lati della Vergine.
Nei due piani inferiori 16 scene della vita di Cristo e nell'ultimo piano i committenti con varie scene.

Indice Argomenti

La Cattedrale é un esempio architettonico dove si riconoscono i vari stili che dal romanico, attraverso il gotico, giungono al Barocco. Artisti Catalani, come Pau e Pere Costa, famosi per le loro opere barocche, parteciparono alla costruzione di questa magnifica cattedrale che rimane il riassunto storico di Girona.

Claustro della Cattedrale di Girona
Claustro della Cattedrale
Capitelli romanici Cattedrale Girona

CLAUSTRO DELLA CATTEDRALE

Appartiene alla vecchia chiesa romanica del XII secolo. Come di consuetudine, i capitelli sono vere opere descrittive e accompagnano il visitatore attraverso passi dell'antico e nuovo testamento (es. l'arca di Noè). Particolare per la sua forma geometrica irregolare, le doppie colonne con i 122 capitelli, non mancano animali fantastici, motivi vegetali o geometrici  tipici del romanico. 

Lapidi funerarie e sepolcri sono disseminati lungo il chiostro che servì ai canonici come luogo di preghiera e meditazione. Inoltre troverete la riproduzione della sedia episcopale (sedia di Carlomagno) e della lapide funeraria di Ermensenda. Al piano superiore, nell'antica biblioteca della cattedrale, una mostra di abiti talari e sculture in pietra.

Il claustro della cattedrale è sicuramente uno dei più importanti della Catalogna. Da non mancare di vedere San Pere de Galligans, oggi il Museo Archeologico di Girona, situato in un antico monastero Benedettino il cui claustro o chiostro è del tutto simile a quello della Cattedrale.

Altri elementi interessanti:

Ermessenda

La cappella n. 11 di Ermessenda di Carcassonne
sarcofago originale(XI sec) el la figura giacente di Ermessenda di Guillerm Morell (1385).

Nell'immagine: in alto riproduzione del sarcofago
in basso il contenuto della cappella n.11

Le leggende della Cattedrale:
Ermessenda la Contessa di Barcellona e Girona
Raimondo Berengario II detto testa di stoppa Ramón Berenguer II  Cap d'Estopes Il sarcofago di Ramón Berenguer II Cap d'Estopes, sopra l'ingresso della cappella n.6 romanica adibita la culto giornaliero, che contiene uno degli antichi seggi della cattedrale. Questa cappella era anticamente il refettorio dei canonici. Il sarcofago nel 1385 fu ricoperto di alabastro e posto sopra la cappella per ordine reale. È nota la leggenda del falco di Ramón Berenguer II Cap d'Estopes.

Indice Argomenti - Top - Prenota Viaggi e Visite guidate
Itinerati turistici Spagna NAVIGA NEL PORTALE
ITINERARI TURISTICI VISITE GUIDATE
ITINERARI TURISTICI
VISITE GUIDATE
VIAGGI A GIRONA
Viaggi organizzati Girona informazioni turistiche e Itinerari in Girona Un tour che attraversa la storia di Girona Medievale
TOUR NELLA GIRONA MEDIEVALE
I NOSTRI VIAGGI - COME PRENOTARE
I NOSTRI VIAGGI : Circuiti Turistici- Tours Spagna - Andorra - Portogallo - Marocco

PRENOTAZIONE VIAGGI DI GRUPPO E SERVIZI TURISTICI Prenotazione viaggi e servizi turistici TRAVEL SERVICES


DESCRIZIONI di ALCUNE località turistiche comprese nei nostri viaggi organizzati
Indice Argomenti: 
Storia della Cattedrale
Dimensioni
Mappa
Gotico Catalano
Crociere e Organo
Rosone
Cappella dell'Immacolata
Cappella Ves. Bernat Pau
Cappella Dott. della Chiesa
Cappella Santa Isabella
Cappella Tutti Santi
Retablo dorato
Il Falco della Cattedrale
Storia del fratricida Ramon Berenguer
Claustro della Cattedrale
Museo della cattedrale
Tapís  de la Creació
GIRONA VIAGGI IN COSTA BRAVA
ITINERARIO TURISTICO - LEGGENDE

GOTICO CATALANO - Gótico Catalán

Il Gotico catalano ha una piccola diffusione solo in Catalogna e principalmente in Santa Maria del Mar (Barcelona) quella che meglio rappresenta questa variazione di gotico. Ugualmente potremo trovare gli elementi caratteristici del Gotico Catalano in Santa Maria di Girona per la sua peculiare navata unica.

Apparentemente le cattedrali sono tutte uguali ma solo un occhio esperto può notare queste differenze. Per onor di cronaca inseriamo un elenco di quello che  fa la differenza architettonica.
Il testo sotto riportato è stato tradotto da Wikiperia http://es.wikipedia.org/wiki/Gótico_catalán

Alcune "Caratteristiche del gotico catalano".

Tendenza all'isotropia
dimensionale, tanto nella relazione largo-alto come tra la larghezza tra navi di un stesso spazio.

Piccoli fori posti sul nave centrale per sfruttare la luce intensa del mediterraneo, quindi si può risparmiare sulle dimensioni delle vetrate o delle aperture che servono per illuminare la cattedrale.

Volumi a base di prismi puri e lisci.

L'assenza di decorazione, eccetto per evidenziare i principali elementi costruttivi come archi e chiavi di volta.

Tendenza all'orizzontalità delle volte, costruite in modo che non emergono fuori delle linee del cornicione. A volte sono transitabili.

Contrafforti potenti che normalmente dividono in pianta le differenti cappelle nelle chiese. In questo caso bisogna parlare di Pilastri (simili alle colonne) che hanno la particolarità di essere costruiti a fasce, servono per assorbire il peso della cattedrale. Ecco perché vengono chiamati contrafforti che generalmente sono esterni.
Il contrafforte o Pilastro sostiene generalmente l'arco o anche una TRAVE MAESTRA detta architrave. Nel caso del Gotico Catalano i contrafforti sostengono le volte a crociera, tipiche nel gotico, la volta a crociera sono 2 volte a botte. 

Archi rampanti, poiché la differenza tra le navi è molto ridotta rispetto ai Gotici Francesi , appena si vedono .

Pilastri snelli e geometricamente puri, senza figurazioni.

Uso di archi diaframmatici che permettono di utilizzare il legno quindi non usare strutture pesanti come le volte a botte o a mezzo cannone.

Apparizione di "falsi" transetti o inesistenza di questi nelle chiese.
Indice Argomenti

VIAGGI IN SPAGNA PER VEDERE GIRONA

VIAGGI ORGANIZZATI COSTA BRAVA
VIAGGI ORGANIZZATI COSTA BRAVA

Cattedrale Girona  Santa Maria 
Cattedrale Girona Santa Maria di Girona
ROSONE 1733
Fede Speranza (Pere Costa)
Giovanni Ev,. Carità  San Narciso (D. Fita)
Facciata Barocca di Santa maria di Girona
Giuseppe Vergine (J. Busquets)  
Santiago (A. Casamor)
Pietro e Paolo (J.M. Bohigas)

Cattedrale di Girona vista laterale della torre romanica
Cattedrale di Girona vista laterale della torre romanica
Video Girona Medievale
Leggende
San Javier Cattedrale di Girona
 San Javier
CATTEDRALE DI GIRONA
Coro della Cattedrale di Girona
Organo e Coro della Cattedrale di Girona ormai scomparsi

Cappella della Speranza con il letto della Vergine.Figura Barocca XVII secolo- Luis Bonifaç.


Lapidi sepolcrali

San Pere de Galligans Girona
San Pere de Galligans

SEGUE:
MUSEO DELLA CATTEDRALE
Top

PACCHETTI VACANZE LLORET DE MAR
OFFERTE VIAGGI INDIVIDUALI
LLORET DE MAR COSTA BRAVA
VACANZE SPAGNA

  1. Offerta - Lloret de Mar
  2. Vacanze di Pasqua
  3. Vacanze di Carnevale
  4. Vacanze di Natale e Vacanze di Capodanno

Info Portalturismohotel Contatta Portalturismo info@portalturismohotel.com Lloret de Mar Spagna -

Valid HTML 4.01 Transitional Google Pagerank mérés, keresooptimalizálás Sito ottimizzato con TuttoWebMaster LINK CONSIGLIATI: