BURGOS

RIASSUNTO STORICO DELLA CITTÀ DI BURGOS E VIVAR DEL CID
INFORMAZIONI TURISTICHE
HOME PORTALTURISMOHOTEL
Tour Spagna Tour Portogallo Tour Andorra Tour Marocco weekend in spagna Home Portalturismohotel Español Accueil Portalturismohotel Fraçaise Home Portalturismohotel English Reisen katalog
Cerca in Portalturismohotel.com:
I veideo di Portalturismohotel
logo Portalturismohotel.com
TURISMO IN SPAGNA
BURGOS
 NELLA PAGINA : LA STORIA DI BURGOS
.- SEGUI LEGGENDO:
Precedente:
Spagna e Portogallo in Autocaravan
Successiva: Città della Spagna
» Le origini del Camino de Santiago
Burgos e Vivar del cid

UN'INTRIGANTE STORIA RELAZIONATA CON LA NASCITA DI BURGOS.
Burgos
fu una città importante al centro della storia di Castilla in quanto fu prima, la città principale della Contea di Castilla e successivamente dopo l'unione di  Castilla e León divenne, in tempi diversi, la capitale del regno.

La regione della Castilla di allora era una territorio di frontiera che separava il Regno di Pamplona ( pag. in Cast) e il regno di León dal quale dipendeva. Ugualmente confinava con la "Marca Superiore" conosciuta con il nome arabo di " al-Tagr al-Ala" dove i Valí di Abd-ar-Rahman, o Abderramán califfo di Cordoba, cercavano di penetrare e conquistare i territori sotto il dominio dei cristiani o difendersi da questi che tentavano di guadagnare il terreno perduto e in questo contesto si inserisce  il potente clan di Muladíes, i Banu Qasi* che facevano pendere l'ago della bilancia a favore degli arabi o dei cristiani a secondo delle circostanze dell'epoca.

La contea castigliana (860) nacque al tempo dei re di Asturia, primo regno cristiano dopo l'invasione musulmana di Tariq ibn Ziyard (711).  Dopo la morte di Ordoño I (821-866) Alfonso III unificò il regno e fu il primo re di León (852-910). Fu allora che nacque la città di Burgos fondata dal Conte Diego Rodríguez figlio del Conte Rodrígo, già vassallo del re Ordoño I (821-866) e di suo padre Ramiro I. La famiglia Asturiana era legata da contratto matrimoniale a quella di Pamplona che a sua volta, era legata al clan dei "Banu Qasi" di Zaragoza come accennato nella pagina in castigliano relativa a questa famiglia di "Muladiés".

CURIOSITÀ NELLE LIBRERIE..
Se siete curiosi, nelle librerie italiane dovrebbero essere arrivate le prime novelle "rigorosamente storiche" di Carlos Aurensanz "
Los Hijos de Casio" e la Guerra de Al Andalus - dove si parla di personaggi storici legati ai territori sotto il dominio musulmano nel XI secolo...  come i Banu Qasi.. Musa ibn Musa, il regno di Pamplona, Muhammad ibn Lubb e Alfonso III..
Inizio

BURGOS DALLE ORIGINI:
Torniamo alla nascita di Burgos. Nel 884 Diego Rodríguez Porcelos (?-885), per volere di Alfonso III di León ripopola la regione e costruisce un castello con scopi difensivi sopra una collina dove in seguito, grazie alla protezione del castello nascerà un'urbanizzazione che diverrà la città di Burgos. Il "Castello di Burgos" attualmente si trova in "Cerro de San Miguel s.n. del quale si possono osservare i resti (ricostruiti) di due mura difensive e delle torri.
Il castello sopravvissuto al passare del tempo e alle guerre successive come la guerra di indipendenza (1808-1814) fu anche fortezza Reale, Alcázar Real costruita all'epoca di Alfonso X re di Castilla e Leòn (1221-1284).

Così Burgos divenne parte integrante di una linea difensiva del Regno di Leòn però lo stesso Conte, divenuto titolare della Contea di Castiglia dopo la morte del padre Rodrigo, perderà la vita nel 885 per  mano delle truppe arabe comandate da Muhammad ibn Lubb della famiglia Banu Qasi.

Burgos in seguito, divenne per un tempo la capitale di Castilla e León e fu anche sede vescovile sin dal XI secolo e per questo venne costruita prima una cattedrale romanica (1075) e successivamente la Catedrale di Santa María (1221) epoca in cui regnava Fernando III il santo (1201 -1252). Inoltre furono costruite possenti mura che circondavano la città nel 1276.

Burgos come già accennato, fu anche sede vescovile e nella città complessivamente furono costruite dieci chiese e due monasteri di cui quello di San Juan che si trova fuori della porta omonima nel "barrio" o quartiere di San Juan meglio conosciuto con il nome di Arrabal de San Juan (sobborgo o suburbio in cast.) dove grazie alla presenza dell'acqua del fiume Vena si trovavano le botteghe dei tessitori. Nel 1075 la sede vescovile era per così dire "itinerante" per ragioni dovute alle pressione musulmana. Alfonso VI, già re di Castilla e León, in quell'anno volle concentrare in Burgos anche il potere ecclesiastico e pertanto autorizzò la costruzione della Cattedrale romanica.

Come Alfonso VI divenne re. Per dovere di cronaca, in quegli anni Sancho II, Garcia e Alfonso erano tre fratelli, figli di Fernando I di León che combatterono tra loro per ottenere il trono che nel 1072 fu conquistato da Sancho II che unificò infine, Leòn, Castiglia e Galicia in un unico regno però morì lo stesso anno durante l'assedio di Zamora. Fu così che Alfonso divenne re però i nobili dell'epoca sospettarono che il mandante fu lo stesso Alfonso VI. In questa guerra fratricida partecipa l'eroe per eccellenza El Cid Campeador che come descritto in seguito, fu nominato giudice nella  Jura de Santa Gadea.... Parte di questa storia viene descritta nella pagina di Madrid : Cronaca di un re Alfonso VI.
Inizio

LA CATTEDRALE E IL CAMINO DE SANTIAGO.
Nella Cattedrale, imponente costruzione gotica oggi patrimonio dell'Umanità nata sullo stile architettonico della cattedrale Parigina di Notre Dame, oltre alle numerose opere pittoriche e scultoriche si trovano cappelle in stile rinascimentale e barocco costruite nelle successive epoche inoltre contiene due sepolcri dove riposano i resti mortali del famoso El Cid e della sua sposa Jimena.
Uscendo dalla Cattedrale si incontra una chiesa che come la cattedrale fa parte  del Camino di Santiago, si chiama San Nicolás e al suo interno si trova una pala o un retablo di marmo situato dietro l'altare dove è scolpita la storia o la leggenda dell'Apostolo Santiago. Si sa che il Camino de Santiago passava per Burgos perché disponeva di diversi Hospitales de peregrinos, anche se il significato della parola ci fa pensare alle sole cure mediche, nel medioevo questi "hospitales" erano essenzialmente luoghi dove i pellegrini potevano riposare e rifocillarsi. Infatti sappiamo del tragitto percorso in città dai pellegrini che entravano per la Porta de San Juan dove si trovava  l'Hospital de San Lesmes  seguendo poi verso la Cattedrale e San Nicolás. Dopo uscivano per la Puerta de San Martín nel "barrio judio" proseguendo il loro cammino. I pellegrini potevano fermarsi anche presso l'Hopital de Rey (Calle Puerta Romeros, 5) costruito al tempo di Alfonso VIII.

Se volete sapere sulle origini del Camino de Santiago Leggere la pagina:
» Le origini del Camino de Santiago -
» Spagna e Portogallo Sul Camino de Santiago

Inizio

LE PORTE E I PONTI DELLA BURGOS MEDIEVALE
Uno dei monumenti più conosciuti è la porta di Santa Maria iniziata nel XIV sec, antico accesso alla città attraverso le mura parzialmente scomparse che furono costruite nel 1276. Le otto porte rimanenti sono: la Porta di San Martín, la Porta de los Judíos,  quella di Santa Gadea e  la Porta di San Pablo.. nella parte est troviamo la Porta de San Juan e a nord la Porta de San Gil e la Porta de San Esteban. Anticamente la città era divisa a secondo delle classi sociali, i nobili e i commercianti vivevano tra la Porta San Paolo e quella di Santa Maria sino a plaza Mayor comprendendo, la cattedrale e San Nicolás, l'attuale centro storico che allora era il "Barrio alto", mentre gli ebrei e gli  arabi, "i conversi", vivevano nei pressi della Porta San Martín. Fuori le mura, come sempre, vivevano i poveri.

Davanti alla porta di Santa Maria troviamo il Ponte di Santa Maria che attraversa il fiume Arlanzón che nel medioevo fu il primo accesso alla città. Questo ponte fu riformato nel XIX secolo ed infine nel 2006 una seconda riforma ha ridato al ponte l'aspetto originale che si era perduto. Il Puente San Pablo invece risale al 1242 e "grazie" ai lavori di ampliamento del XX secolo ci  permette di conoscere i personaggi legati al "Poema de Mio Cid" che racconta del esilio del Cid ordinato da Alfonso VI.

L'ESILIO DEL CID E I PERSONAGGI DEL PUENTE SAN PABLO.
Prima leggi Cronaca di un re Alfonso VI.
Probabilmente il re volle vendicarsi del Cid che in precedenza fu un fedelissimo di Sancho, fratello di Alfonso. Una volta salito al trono Alfonso cercò di mettere in difficoltà El Campeador e così allontanarlo dalla corte. Non bisogna scordare che El Cid e i nobili di Burgos avevano fatto giurare Alfonso di non aver partecipato all'assassinio di Sancho, episodio conosciuto come "La Jura de Santa Gadea" che si tenne nell'attuale Chiesa di Santa Agueda, Calle de Santa Águeda, 6 ovviamente in Burgos.
Alfonso inviò contemporaneamente El Cid a Sevilla dal re moro Al-Mu'tamid  per le imposte dovute e García Ordóñez suo fedelissimo, lo inviò a Granada dallo Zarí Abd Allah ibn Buluggin che fu convinto da García Ordóñez ad attaccare Siviglia dove si trovava El Cid che ovviamente difese Al-Mu'tamid. La Battaglia volse a favore del Cid che catturò García Ordóñez però questi raccontò che El Cid si appropriava delle imposte. Il muotivo fu sufficiente per esiliare El Campeador. Ebbene sul ponte di San Pablo vengono menzionati tutti quei personaggi che secondo il Poema seguirono o aiutarono El Cid in questo suo primo esilio. I fatti descritti sono tratti da Wikipedia.

Certamente la realtà si cela nella leggenda raccontata nel "Cantar de mio Cid" come per Sisebuto, abate del monastero di San Pedro de Cardeña che dette rifugio alla famiglia del Cid , Ben Galbón  o ibn  Galbun Caid della taifa di Molina de Araón menzionato nel Cantar, Jerónimo de Perigors Vescovo di Valencia.
Diego Rodríguez figlio del Cid, Martín Antolínez, Martín Muñoz Conte di Coimbra, e Alvar Fañez Minaya, cugino del Cid che lo accompagnò nell'esilio. Per ultimo Doña Jimena, sposa del Cid.

Burgos fece parte delle città che sostennero Juana de Castilla contro Isabella la Cattolica per il trono di Castilla. Jana chiamata con disprezzo la Beltraneja insinuando che non era figlia di Enrico IV re di Castilla ma di Beltrán, un cavaliere di corte.

Juana lottò sin da ultimo contro la zia Isabella, (sorellastra di Enrico IV) per conquistare il trono che le aveva lasciato il padre. Nacque cosi un guerra civile che perdurò anni finendo a favore di Isabella e Fernando di Aragona, i re Cattolici e Burgos, benché sostenuta dal re di Portogallo si arrese alle truppe di Alfonso di Aragona, fratellastro di Fernando.
Inizio
 

* Chi erano i Muladíes?. Dopo l'invasione di Tariq ibn Ziyard nella Penisola Iberica, alcuni nobili visigoti, per convenienza o convinzione, come ad esempio il Conte Casio, si convertirono all'Islam o sposarono donne arabe. Questi erano chiamati Muladíes (Muladì al singolare), i quali formarono un clan militare, i Banu Qasi  che governavano i loro territori e contemporaneamente acquisivano titoli, terre e potere nell'ambito musulmano ma anche cristiano, come per esempio nel Regno di Pamplona. Di fatto furono fedeli a fasi alternate all'emirato di Cordoba  che indubbiamente adulò o castigò i Banu Qasi.


VIVAR DEL CID - DOVE NACQUE RODRIGO DIAZ DE VIVAR
Nei pressi di Burgos esiste un piccolo villaggio chiamato Vivar del Cid dove secondo gli storici, nacque nel 1043/1048, Rodrigo Diaz de Vivar, meglio conosciuto come il Cid Campeador. Vivar del Cid oggi è composto di quattro case e una chiesa però lo visitammo perché affascinati dalla storia.
Rodrigo era figlio di un nobile, Diego Lainez e al rimanere orfano fu inviato alla corte di Ferdinando I re di León e conte di Castiglia dove fu cresciuto con il figli del re in  particolare, il rapporto di amicizia con il figlio maggiore, Sancho che lo nominò cavaliere (1060) e insieme parteciparono alla "Riconquista" dei territori sotto il dominio musulmano ed infine Sancho unificò in un solo regno Castilla e León. Ma la storia continua.. e Burgos vanta i natali di questo grande personaggio. Nel Portale spesso viene menzionato El Cid, e i Conti di Barcelona...

Redecilla del Camino Fonte battesimale goticaRedecilla del Camino che si trova sulla strada del Camino de Santiago dove si trovano interessanti reperti del romanico come ad esempio il monastero di San Juan de Ortega. Recidilla compare anche nel Diario del Pellegrino e nel Codex Calixtinus.. Nel video le immagini
Nella foto: Redecilla del Camino Fonte battesimale gotica

Inizio
 

TURISMO E VIAGGI IN SPAGNA
Ricordiamo che Portalturismohotel è una "Guida Turistica no profit" e che i viaggi riportati nel portale sono a scopo informativo. Portalturismo NON VENDE NE ORGANIZZA VIAGGI, ma pubblicizza GRATUITAMENTE quei Tour Operator che organizzano viaggi nei luoghi descritti dalla Guida.
Inizio
Itinerati turistici Spagna NAVIGA NEL PORTALE
INDICE DEL PORTALE
INDICE GUIDA DEL PORTALE
PORTALE: CITTÀ DELLA SPAGNA
BURGOS
STORIA DI BURGOS - VIVAR DEL CID
STORIA DI BURGOS - VIVAR DEL CID
CAMMINO DE SANTIAGO
VOTA IL PORTALE -
Contribuisci a migliorarla
I -INSUFFICIENTE
S- SUFFICIENTE
B -BUONO

ISB

GRAZIE

INFORMAZIONI TURISTICHE ITINERARI
Informazioni turistiche Visite guidate

GUIDA TURISTICA CITTÀ DELLA SPAGNA
VIDEO DI BURGOS E

REDICILLA DEL CAMINO
CAMINO DE SANTIAGO DE COMPOSTELA
Storia e leggende del Cammino di Santiago
STORIA E LEGGENDE DEL CAMMINO

Il Castello di Burgos da Wikipedia
Il Castello di Burgos da Wikipedia
Catedral deSanta María - Burgos
Catedral de Burgos 
Papamoscas Cattedrale di Burgos
Un curioso automa del sec. XVIII, il Papamoscas, suona ogni mezza ora
Cattedrale di Burgos
San Nicolás - Burgos
San Nicolás - Burgos
La leggenda di Santiago
San Nicolás - La leggenda di Santiago
Il Camino de Santiago Burgos
Sepolcri gotici San Nicolás Burgos
Sepolcri gotici San Nicolás
La Jura de Santa Gadea. Armando Menocal
La Jura de Santa Gadea. Armando Menocal - de wikipedia
Lastra della Chiesa di  Santa Gadea Burgos
Lastra della Chiesa di  Santa Gadea in ricordo del giuramento di Alfonso 
oggi Chiesa di Santa Agueda
Puerta de Santa Maria Burgos
Arco de Santa María -Burgos
Vivar del Cid
Vivar del Cid
Redecilla del Camino Camino de Santiago
Redecilla del Camino Camino de Santiago

INFORMAZIONI TURISTICHE BURGOS
Informazioni turistiche Burgos-Oficina de Turismo
Plaza Alonso Martínez, 7
9003 Burgos (Castilla y León)
oficinadeturismodeburgos@jcyl.es
www.turismocastillayleon.com.

Banu Qasi Los Hijos de CasioBanu Qasi la Guerra de Al Andalus
Autore : Carlos Aurensanz
Banu Qasi Los Hijos de Casio"
e la Guerra de Al Andalus

DIARI DI VIAGGIO PER IL MONDO
Diari di Viaggio - appunti - Viaggi in Camper
VIAGGI IN CAMPER IN EUROPA
VIAJES EN AUTOCAROVANA
VIAJAR EN AUTOCAROVANA
FRANCIA ESPAÑA ITALIA Y PORTUGAL
TURISMO E VIAGGI IN SPAGNA
I Tours: Tour Spagna Tour Portogallo Tour Marocco e Andorra
TOUR SPAGNA MAROCCO PORTOGALLO.
Info Portalturismohotel Contatta Portalturismo info@portalturismohotel.com Lloret de Mar Spagna -
statistiche Valid HTML 4.01 Transitional Google Pagerank mérés, keresooptimalizálás Sito ottimizzato con TuttoWebMaster

LINK CONSIGLIATI - LINK EXCHANGE: